La ceramica ostaggiodel maltempo


SASSUOLO (MO), 2 FEB. 2012 – Oltre ai disagi relativi allo spostamento delle persone, la neve di questi giorni – che continua a cadere senza sosta sulla nostra regione – sta causando seri problemi anche al trasposto merci. Ne risente, di conseguenza, tutto il comparto produttivo emiliano-romagnolo, eccellenze comprese. Ecco il comunicato che ha diramato a tale proposito Confindustria Ceramica:"Le nevicate di questi giorni, e i conseguenti provvedimenti adottati – spiega la nota – stanno determinando crescenti rischi di sospensione nella produzione di ceramica, derivante dalle difficoltà negli approvvigionamenti di materie prime e – soprattutto – degli impasti, la cui natura non si presta a stoccaggio ma richiede un continuo flusso nell’approvvigionamento. A questo si aggiungono gli aumentati impedimenti connessi alla spedizione di prodotto finito". "Come già segnalato nella giornata di ieri (lunedì 1° febbraio) alle Autorità Competenti – prosegue il comunicato – Confindustria Ceramica chiede l’adozione di provvedimenti di deroga parziale all’ordinanza che vieta la circolazione fuori dei centri abitati per veicoli adititi al trasporto di cose con massa superiore ai 7,5 tonnellate. Tale misura consentirebbe di evitare il rischio di un fermo della produzione nelle aziende del distretto ceramico, con conseguenti ricadute anche sul piano occupazionale".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet