La campagna devastata anche dai ladri


Coldiretti lancia l’allarme: dopo le avversità naturali anche i ladri diventano una piaga per gli agricoltori. È boom di furti nelle campagne bolognesi, in particolare nel circondario di Imola, dove decine di aziende sono state derubate di carburante, mezzi e attrezzi agricoli, mettendo in difficoltà la raccolta dei prodotti che proprio nel periodo estivo vive il momento più intenso. Per Coldiretti Bologna si tratta di “un fenomeno che probabilmente è frutto della crisi, ma anche di una aumentata presenza di bande di malviventi che battono ormai sistematicamente le campagne puntando a rubare carburante, trattori e attrezzi agricoli. Gli imprenditori sono ormai costantemente sotto attacco e qualcuno è stato derubato più volte – dice il presidente di Coldiretti Bologna, l’imolese Antonio Ferro – i furti avvengono prevalentemente di notte, con i ladri che scardinano lucchetti, serrature e porte, provocando anche ingenti danni collaterali. Qualcuno che ha provato ad attuare un minimo di prevenzione, ma si è ritrovato attrezzi come gli irrigatori, fondamentali in questo periodo di caldo, danneggiati anche per cattiveria. Purtroppo con il ripetersi di questi fenomeni malavitosi senza che ci sia stata la possibilità di individuare i responsabili, molti imprenditori si stanno scoraggiando e non denunciano più i furti”. Coldiretti Bologna spiega che ha intenzione di chiedere alle autorità competenti interventi di prevenzione e maggiori pattugliamenti nelle zone rurali con una più massiccia presenza delle forze dell’ordine nelle campagne.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet