La campagna d’autunno della Cgil reggiana


REGGIO EMILIA, 4 NOV. 2009 – Mentre la fase peggiore della crisi fa sentire i suoi effetti sull’occupazione, mentre cominciano ad essere messi seriamente in discussione diverse centinaia di posti di lavoro solo nella provincia di Reggio Emilia, la Cgil decide di scendere in piazza e accusa il Governo Berlusconi di continuare a minimizzare, nascondendo le proprie responsabilità e la propria inattività e non assumendo nessuna vera misura per contrastare la situazione. Il sindacato reggiano ritiene gravissimo l’atteggiamento di chi aspetta di vedere cosa succede, perché questo – dice – "si trasforma in conseguenze irrimediabilmente negative per i lavoratori". Diventa pertanto assolutamente necessario aprire una fase di mobilitazione, con iniziative a Reggio Emilia ed in provincia, che si concluderà con la grande manifestazione nazionale indetta dalla Cgil a Roma il prossimo 14 novembre. Lo scopo è rivendicare l’estensione degli ammortizzatori sociali a chi ne è escluso, l’aumento dei massimali e della durata della cassa integrazione e l’apertura di un tavolo con Governo e Imprese per difendere l’occupazione ed evitare i licenziamenti. Ma anche la riduzione immediata delle tasse su salari e pensioni e il contrasto alla politica degli accordi separati – in questo periodo di nuovo in primo piano dopo l’accordo dei meccanici – che riducono salari e diritti ed escludono i lavoratori da un reale coinvolgimento democratico.  Le iniziative sul territorio della Cgil – perché siano visibili a tutti gli effetti della crisi sul lavoro e sui lavoratori, sulle tante difficoltà che si attraversano in fase di crisi economica e su come stia mutando la vita di un paese tra licenziamenti, cassa integrazione e chiusure di aziende – saranno tante: presidi di lavoratori, volantinaggi nelle piazze e nei mercati, mobilitazioni con cortei e scioperi. Ecco il programma: 2-7 novembre: settimana di mobilitazione dello SpiE’ iniziata lunedì anche nella nostra provincia, la settimana di mobilitazione, di informazione e di ascolto dei pensionati, degli anziani, sul tema del potere d’acquisto delle pensioni, della non autosufficienza, delle politiche sanitarie e socio-sanitarie. Segnaliamo la presenza di tavoli informativi a Reggio Emilia, in piazza Del Monte, martedì 3 e venerdì 6 novembre, e nelle piazze e nei mercati comunali della provincia di Reggio Emilia durante tutta la settimana (in totale 42 tavoli informativi, nei Comuni e frazioni). 7 novembre: “Diritti in piazza”La presenza dello SPI nelle piazze attraverso volantinaggi, presidi con gazebo, assemblee, attivi, conferenze stampa, tavole rotonde, culminerà e coinciderà  il prossimo 7 novembre nella 2ª giornata nazionale della tutela individuale indetta dalla CGIL.  9-13 novembre: Fiom-CgilA queste iniziative si aggiungono una prima serie di mobilitazioni del sindacato metalmeccanici  per contrastare l’intesa separata sottoscritta da Federmeccanica, Fim e Uilm, per rilanciare la richiesta del referendum vincolante e, più in generale, porre il tema della "democrazia negata" e del dispiegarsi del disegno autoritario nei rapporti tra capitale e lavoro. La Segreteria provinciale Fiom – in attuazione del dispositivo deliberato dal Comitato Centrale – ha proclamato un pacchetto di 4 ore di sciopero per la settimana dal 9 al 13 novembre 2009 con 7 manifestazioni con cortei nei singoli distretti industriali della provincia, che riguarderanno le aziende della zona industriale di Luzzara, di Novellara e Reggiolo, quelle del polo elettrodomestico, concentrate a Gualtieri; del Villaggio Crostolo a Reggio Emilia; di Pieve Modolena, Mancasale e Bagnolo, sempre a Reggio città; della Val d’Enza, a Calerno; di Correggio.E’ previsto inoltre, per tutte e 5 le giornate, un presidio permanente in centro storico a Reggio Emilia (piazza Prampolini) sui temi della crisi e dei licenziamenti", della Democrazia e dei contratti, deciso in maniera congiunta con la Camera del Lavoro Territoriale e che coinvolgerà realtà della provincia, dei diversi settori, che affrontano i processi di crisi e di ristrutturazione.La Fiom promuove anche una assemblea cittadina sul tema della democrazia, alla quale sono invitati tutti i Parlamentari eletti a Reggio Emilia, il presidente della Provincia e i Sindaci eletti sul territorio reggiano.   14 novembre: manifestazione nazionale a RomaTutte le iniziative sono parte del percorso che porterà la CGIL a manifestare a Roma in piazza del Popolo il 14 novembre. Alla manifestazione la CGIL di Reggio Emilia parteciperà con 25 pullman da tutta la provincia.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet