La bolognese Clfparla sempre più olandese


REGGIO EMILIA, 2 APR. 2013 – Attraverso un’operazione condotta dalla controllata Strukton Rail attiva nei lavori ferroviari, il gruppo olandese Oranjewoud ha aumentato la propria quota in Clf (Costruzioni Linee Ferroviarie), portandola dal 40% già detenuto al 60%. Strukton Rail, che ha sede a Utrecht, è azionista di Clf dal 1998. Il restante 40% – si legge in una nota congiunta – fa capo alla Unieco di Reggio Emilia, che rimarrà azionista del gruppo felsineo. "Con questa importante operazione orientata allo sviluppo – commenta nella nota il direttore di Clf, Enrico Peola – si aprono per Clf nuove prospettive di espansione nell’area Sud Europa, Nord Africa e America Latina". Inoltre, aggiunge il presidente Mauro Casoli, "la conferma dell’impegno e dell’ investimento di Strukton Rail a sostegno del piano di sviluppo del gruppo Clf su scala internazionale si abbina alle linee guida del piano poliennale al 2016 di Unieco, che concentra sulle attività all’estero le proiezioni di crescita più rilevanti per i prossimi anni". Il gruppo Clf è specializzato nel rinnovamento, manutenzione e costruzione di sistemi ferroviari, conta più di 500 dipendenti e ha realizzato nel 2012 un fatturato di 121 milioni di euro.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet