L’operazione “Grande Unipol” entra nel vivo


BOLOGNA, 19 MAR. 2012 – L’assemblea di Unipol ha approvato l’aumento di capitale da 1,1 miliardi di euro finalizzato all’integrazione con Fonsai. Hanno votato a favore della ricapitalizzazione il 99,81% del capitale presente in assemblea, pari al 40,45% del capitale totale. Nel pomeriggio anche l’assemblea degli azionisti di Fonsai ha detto sì, sempre a larga maggioranza, al conferire delega al cda per l’aumento di capitale da 1,1 miliardi. Nell’assemblea erano rappresentati 151 soci, portatori del 55,79% del capitale ordinario. Nessuna variazione nelle partecipazioni rilevanti: Finsoe, holding di controllo di Unipol, si è presentata in assemblea con il 31,4% del capitale totale e Lima srl Bologna con il 3,12%. Il tassello che manca ora per proseguire col disegno della "Grande Unipol" è l’ok da parte della Consob, che deve sostanzialmente esentare l’operazione dall’obbligo di indizione di un’Offerta pubblica d’acquisto. "Unipol non investirà un euro fino a che non avrà ottenuto le autorizzazioni necessarie per acquisire il controllo di Fonsai". Ha detto l’amministratore delegato di Unipol, Carlo Cimbri, nel corso dell’assemblea.Il titolo ha chiuso a Piazza Affari con un +3,1%.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet