L’obiettivo di Unipol: utile a 880 mln nel 2015


MILANO, 22 GIU. 2012 – Il gruppo Unipol punta a un utile netto consolidato di 880 milioni nel 2015 per la nuova Ugf, dopo l’integrazione con Fonsai. Per la società che nascerà dalla fusione a quattro l’obiettivo è di un utile netto di 821 milioni sempre al 2015. Lo si legge in una nota.La Grande Unipol, che sarà formata da due società quotate, Ugf e Unipol-Fonsai, avrà una raccolta premi danni al 2015 in calo a 10,3 miliardi (da 11,4 miliardi del 2011) a causa della cessione premi richiesta dell’Antitrust. La redditività è prevista in forte recupero con una combined ratio in calo da 104,2% del 2011 (dati aggregati) al 93% nel 2015. Ciò si tradurrà in una risultato tecnico positivo per 612 milioni contro una perdita di 699 milioni dell’anno scorso. Nell’area vita è previsto un incremento dei premi a 7,2 miliardi. Le sinergie previste dall’integrazione con le società dei Ligresti sono stimate in 345 milioni, sempre al 2015. Si ipotizza poi un calo del patrimonio immobiliare da 4,6 miliardi del 2011 a 3,9 miliardi e una riduzione dell’indebitamento da 4,1 a 3,3 miliardi.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet