L’Itc Matteucci di Forlì vince la sesta edizione di Bellacoopia


Più di duecento studenti delle scuole superiori della provincia hanno partecipato il 15 maggio all’evento finale di Bellacoopia, il concorso per cooperative virtuali di Legacoop Forlì-Cesena. A ritirare il primo premio sul palco del Teatro San Luigi è salita la quinta C mercurio dell’Istituto Tecnico Commerciale Matteucci di Forlì, insieme al docente Francesco Romano. Il progetto vincitore della borsa di studio da duemila euro si chiama "In-Vesti in Natura" e riguarda la produzione di tessuti biologici e naturali. Secondo posto ex aequo – borse di studio da 1.250 euro – per la quinta A moda dell’Istituto Iris Versari di Cesena (docente Annalisa Balistreri), che con "Iris Africa" ha presentato una collezione di moda equo-solidale, e per la quarta C Erica dell’Istituto Tecnico Commerciale Serra di Cesena (docente Stefano Campana), la cui "Europlastic" è una cooperativa sociale che realizza imballaggi plastici riciclabili ad alta tecnologia per l’industria agroalimentare.Questi tre progetti – come ha ricordato il responsabile della rete regionale di Bellacoopia, Mauro Giordani, concorreranno con tutti gli altri vincitori della rete regionale di Bellacoopia che verranno presentati a fine ottobre a Rimini all’interno di Cooperambiente, la fiera dell´offerta cooperativa di energia rinnovabile e servizi per l´ambiente.Nel corso della mattinata sono saliti sul palco anche i sedici studenti universitari di quattro Paesi della UE (Italia, Spagna, Gran Bretagna e Polonia) che grazie a Legacoop Forlì-Cesena, a Uniser e Sapim stanno dando vita a "Bellacoopia Europe", progetto pilota che sfocerà nel business plan di una società cooperativa europea. "Per noi è la naturale prosecuzione di un percorso che stiamo portando avanti con successo ormai da tempo per avvicinare le giovani generazioni ai principi cooperativi", ha dichiarato la direttrice di Legacoop, Monica Fantini, che ha voluto dedicare l’iniziativa alla memoria dello scomparso presidente dell’International Cooperative Alliance, Ivano Barberini.L’evento conclusivo di Bellacoopia si è svolto venerdì 15 maggio, di fronte agli studenti dei sette istituti superiori che hanno partecipato al percorso formativo proposto da Legacoop e a numerose autorità, tra cui il Sindaco di Forlì Nadia Masini, il preside della Facoltà di Economia Giulio Ecchia e l’assessore alle politiche giovanili del Comune Liviana Zanetti.A Forlì sono andati altri tre premi speciali, assegnati dalla giuria in considerazione dell’alta qualità del lavoro svolto: quello per la cooperazione sociale (quarta D Istituto Ruffilli-Melozzo, professoressa Emanuela Savelli), quello per i servizi alla persona e il benessere (quinta A ITAS Saffi, professor Roberto Borroni) e quello per la tecnologia innovativa (terza chimica ITIS Marconi, professor Massimo Cortini).L’Istituto Agrario di Cesena (quinta C, professor Mauro Cola) ha vinto il premio per l’ecosostenibilità dei progetti presentati. All’ITC Serra di Cesena sono andati altri due riconoscimenti: quello per i trasporti (terza D Igea, professor Stefano Papi) e quello per le nuove energie (quarta B Mercurio, professor Giulio Valdinoci).L’Associazione Virginia Senzani ha assegnato infine altre due menzioni, che sono state consegnate dalla presidente Enrica Mancini: quella per la comunicazione (al progetto "Cellular Extraction", dell’ITIS Marconi) e quella per il lavoro di squadra (al progetto "The Dreams" dell’ITC Serra).Il progetto Bellacoopia è coordinato dall’ufficio Comunicazione di Legacoop e si svolge con il sostegno di Assicoop Romagna/Unipol, CEIF, CAD, CEAR, CAIEC, Idrotermica Coop, Tipografico dei Comuni, Trascoop, Around Sport e rete regionale Bellacoopia.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet