L’Ikea di Bologna non conosce crisi


BOLOGNA, 12 OTT. 2011 – Si chiude con oltre 2,1 milioni di visitori e un incremento del fatturato dell’1% circa, il 2010-2011 di Ikea Bologna. Nel corso dell’esercizio – si legge in una nota del colosso svedese – il miglior risultato, nel settore dei mobili, si è ottenuto nel reparto soggiorno e cucina con una crescita del 6% mentre sono ammontati a 5.000 i soci Ikea Business e il fatturato delle imprese è cresciuto del 11,6%.In aumento – si legge ancora – il numero totale dei soci Ikea Family – quasi 218.000 con un progresso del 20% – e il settore ‘food’, salito del 7,7% con oltre 219.000 pasti serviti. Nel dettaglio il segmento che comprende ristorante, bar e bottega svedese ha fatturato 92,2 milioni di euro.A livello nazionale, Ikea Italia chiude il 2010/11 con oltre 46 milioni di visitatori e un fatturato di 1.640 milioni di euro.La ricaduta occupazionale diretta, sempre a livello nazionale, è di 6.587 dipendenti, l’85% dei quali è assunto a tempo indeterminato. A marzo è stato aperto il primo negozio in Sicilia, a Catania, portando così a 19 i punti vendita mentre per l’estate 2012 è confermata l’apertura del nuovo punto vendita di San Giovanni Teatino, tra Chieti e Pescara. Con oltre 30.000 metri quadrati – cocnclude la nota – assicurerà una ricaduta occupazionale di circa 190 occupati diretti, a cui si devono sommare 80 posti dell’indotto.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet