L’ex Br Gallinari chiede la libertà condizionata


REGGIO EMILIA, 15 OTT. 2010 – Il Tribunale di sorveglianza di Bologna sta valutando la posizione Prospero Gallinari. L’ex brigatista, carceriere di Aldo Moro, è stato condannato a diversi ergastoli e ha già scontato i 25 anni di reclusione necessari per inoltrare la richiesta di libertà condizionata. L’istanza è tata inviata un anno fa dal suo avvocato, Vainer Burani. La notizia si è appresa soltanto ieri, quando si è saputo della convocazione, da parte del Tribunale, di alcuni familiari delle vittime delle Brigate Rosse per discutere della possibile liberazione condizionale di Gallinari."E’ un mio diritto", ha dichiarato l’ex terrorista aggiungendo anche che non chiederà perdono ai familiari delle sue vittime, perché "Sarebbe ipocrita", un atto paragonabile a "una recita". Il proprio ravvedimento, secondo Gallinari, è dimostrato dall’aver firmato con altri otto brigatisti una lettera 22 anni fa in cui dichiarava conclusa la lotta armata. Fu quello l’inizio del suo nuovo cammino. La richiesta del Tribunale di un parere da parte dei familiari delle vittime, non è prevista dal codice penale, ma fa parte della prassi.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet