L’ER investe in formazione: “Lo chiedono le imprese”


BOLOGNA, 14 DIC. 2011 – Con oltre 3 milioni e 500 mila euro di risorse provenienti dal Fondo Sociale Europeo, la Regione Emilia-Romagna finanzierà 67 percorsi di Formazione Superiore. Attraverso questa offerta, appena approvata, sarà possibile per 898 persone qualificarsi e svolgere ruoli professionali di tecnici e responsabili di funzione nelle aree della produzione e della gestione di impresa.I percorsi della Formazione Superiore fanno parte della Rete Politecnica Regionale, la cui offerta comprende anche i percorsi degli Istituti Tecnici Superiori e quelli di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore. Caratteristica dei percorsi che la costituiscono è l’integrazione tra i diversi soggetti formativi e le imprese, impegnati a collaborare sulla base delle proprie esperienze, competenze ed eccellenze alla progettazione e alla realizzazione delle attività. A disposizione della Rete Politecnica per il triennio 2011-2013 ci sono risorse del Fondo sociale europeo pari a 18 milioni di euro. “Con l’offerta formativa della Rete Politecnica intendiamo investire nella formazione di professionalità specializzate che oggi tanto vengono richieste dalle imprese – spiega l’assessore regionale alla Formazione e al Lavoro Patrizio Bianchi – Il nostro sistema industriale ha necessità di competenze tecniche per sostenere le trasformazioni in atto nel sistema economico-produttivo. Con la Rete Politecnica vogliamo offrire proposte formative basate sulla valorizzazione cultura tecnica e professionale, tecnologica e scientifica”. I percorsi di Formazione Superiore sono rivolti a giovani e adulti, disoccupati o occupati, che abbiano assolto l’obbligo formativo e che siano in possesso delle competenze necessarie per l’ambito specifico. I corsi sono realizzati dagli enti di formazione accreditati per l’ambito della formazione superiore in partenariato con una o più imprese, ed eventualmente, anche con gli altri soggetti del sistema formativo regionale e della ricerca. Hanno una durata complessiva di 300 ore e prevedono un periodo di stage.Al termine del percorso si consegue un certificato di competenze o una qualifica professionale del Sistema Regionale delle Qualifiche, tra cui, ad esempio, tecnico dei servizi turistico-ricettivi, tecnico nella gestione del punto vendita, disegnatore meccanico, tecnico nelle soluzioni energetiche e tecnico di spedizione, trasporto e logistica.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet