“L’ equipaggio fantastico” di Virginio Merola


BOLOGNA, 26 MAG. 2011 – Una squadra speciale per un "sindaco normale". All’indomani della sua elezione, Virginio Merola si era definito così. Oggi, invece, nel presentare la nuova giunta, il primo cittadino ha usato toni entusiastici per illustrare i membri di quello che – ha detto – "sarà il mio equipaggio fantastico", ora ufficialmente in carica. Confermate le indiscrezioni della vigilia, con la sola new entry di Nadia Monti, la trentenne in quota Idv che si occuperà di commercio. Tre anni in meno per Andrea Colombo, il più votato nel Pd dopo Maurizio Cevenini: "E’ il più giovane assessore nella storia della Bologna democratica", lo ha investito Merola affidandogli la mobilità e i trasporti. Fissato anche il primo Consiglio comunale: sarà martedì 7 alle 15 e non lunedì, sessantesimo compleanno della Provincia. Il neo sindaco si è commosso più volte leggendo alla stampa i nomi e le deleghe, combattendo per andare avanti nonostante un tono di voce tremolante: "Siamo riusciti in tre giorni a dare alla città un giunta pronta a lavorare", ha sottolineato. Su dieci nomi, quattro sono quelli in quota Pd: oltre a Colombo, i fedelissimi meroliani Matteo Lepore (affari istituzionali, relazioni internazionali, lavoro), Luca Rizzo Nervo (sanità, sport, lavori pubblici) e Marilena Pillati, responsabile regionale scuola del partito che adesso si occuperà di formazione in Comune. Per Sel c’é Riccardo Malagoli, ex presidente del quartiere San Vitale che diventa assessore alla casa e al coordinamento quartieri. La nomina di vicesindaco a Silvia Giannini era invece certa da tempo: "Da quando l’ho conosciuta, prima delle elezioni. Ora lo posso dire", ha rivelato Merola, sottolineando l’importanza "di un numero due non iscritto a un partito". Completano la squadra altri tre "tecnici" di provenienza completamente diversa tra loro. All’urbanistica Patrizia Gabellini, già consulente scientifica del Psc elaborato da Merola nel 2008. Alla cultura Alberto Ronchi, fino all’anno scorso assessore regionale. Infine Amelia Frascaroli: "Amelia é Amelia, lavoreremo bene e insieme", ha spiegato Merola che le ha affidato il welfare, volontariato e partecipazione. Così toccherà a lei trovare i momenti periodici di verifica del lavoro di giunta che il sindaco ha intenzione di creare con la cittadinanza. Restano a Merola le deleghe al personale, al piano strategico e alla sicurezza. Confermate le prime delibere: "Toglieremo la tassa di iscrizione all’infanzia e i pass di accesso al centro per i consiglieri", ha ribadito il sindaco.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet