L’Emilia Romagna sbarcain India con i suoi trattori


BOLOGNA, 20 FEB. 2013 – Con una messa alla prova dell’ampia gamma, da parte di operatori e funzionari governativi che ne testerano l’adattabilità ed efficienza, le macchine agricole emiliano-romagnole partono alla conquista dell’India. E’ lo scopo del "Progetto campo prova Punjab", realizzato da Unioncamere e Regione Emilia-Romagna insieme a FederUnacoma (Associazione dei costruttori di Macchine agricole) e IICCI (Indo-Italian Chamber of Commerce & Industry). "L’iniziativa – ha detto l’assessore regionale alle attività produttive, Gian Carlo Muzzarelli – è stata fortemente voluta anche dai partner indiani. In generale, quello con l’India è un percorso articolato, nel segno dell’adattabilità e della flessibilità, valori particolarmente importanti in quei mercati. Stiamo in campo per l’export valorizzando queste nostre produzioni e un sistema che si mette in gioco ogni giorno". Soddisfatto anche Massimo Goldoni, presidente di FederUnacoma, che ha sottolineato come l’India si sia imposto, negli ultimi anni, come il più grande mercato a livello mondiale per la meccanizzazione agricola e ha sottolineato il buon lavoro fatto con le istituzioni per questo progetto. Ventuno le aziende partecipanti alle due giornate del 15 e 16 marzo sui terreni messi a disposizione dal Governo locale presso la Punjab Agricoltural University PAU di Ludhiana. Le imprese emiliano-romagnole hanno inviato in India i macchinari per le dimostrazioni, realizzate in un’ottica di promozione e commercializzazione oltre che cooperazione industriale. Alla fase di prova, infatti, seguiranno incontri Business-to-Business. Per il prossimo futuro l’obiettivo è realizzare un centro dimostrazioni permanente propedeutico all’avvio di una collaborazione tecnica. Il progetto si concluderà dal 5 al 7 dicembre a New Delhi con una mostra dedicata alle ditte partecipanti all’interno di Eima Agrimach India, fiera promossa e organizzata da FederUnacoma sempre in collaborazione con FICCI.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet