L’Emilia-Romagna alla conquista della Germania


BOLOGNA, 8 MAR. 2010 – A caccia di tedeschi, per ripetere i risultati del 2009. E’ l’obiettivo della "squadra" del turismo dell’Emilia-Romagna che si presenta in Germania convinta di poter migliorare il bilancio positivo delle scorsa stagione (+ 1,8% di presenze di turisti tedeschi rispetto al 2008). Le armi messe a punto per conquistare il mercato tedesco verranno presentate al salone internazionale del turismo ITB di Berlino, in programma dal 10 al 14 marzo. Tra le principali iniziative promozionali ci sono le campagne con i maggiori rappresentanti del mercato turistico tedesco: dal più importante Club automobilistico (Adac) a qualificati portali Internet, alle compagnie aeree Germanwings e Air Berlin, ai principali tour operator e media tedeschi. Sono previste anche azioni di cross marketing (ovvero di impiego di strategie pubblicitarie trasversali attraverso mezzi differenti) con catene commerciali come Rofu Kinderland (famiglie con bambini) e Radlbauer (cicloturismo), e con il BFV-Bayerischer Fussball Verband (la maggiore associazione sportiva di calcio tedesca dopo il Bayern) e con cral di istituti bancari (Hypovereinsbank e Sparkasse Club).L’Emilia-Romagna si presenta come meta per vacanze per famiglie, cicloturisti e amanti di percorsi enogastronomici. Quindi via ad una campagna, messa a punto con Adfc (il più importante club di settore in Germania) sul numero di marzo della rivista ‘Radwelt’ dedicato a pacchetti-ciclo a cui si affianca un banner sulla homepage www.adfc.de che rimanda ai pacchetti messi a punto dai Club di prodotto.In diversi portali Internet (tra cui www.wetter.com e www.familie.de) Apt Servizi ha poi rinnovato il sito www.original-italienisch.de con una sezione di offerte vacanza con oltre 300 pacchetti. Sarà poi riproposta l’iniziativa per le ‘vacanze di Pentecoste’, estesa però tutta la bassa stagione. La presenza del turismo regionale alla Itb di Berlino sarà arricchita dalla mostra fotografica ‘Del sole, del mare e dei sogni di vacanza’, dove sedici fotografie racconteranno la Riviera di oggi.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet