L’artigianato alimentare emiliano romagnolo a Cibus


BOLOGNA, 4 MAG. 2012 – Manca poco alla sedicesima edizione di Cibus. All’evento di maggior risonanza per il made in Italy dell’alimentazione ci saranno anche le le micro e piccole imprese della regione, pronte a mettere in vetrina l’alta qualità delle proprie produzioni. Cibus rappresenta da sempre una piattaforma di incontri imprescindibile per gli operatori del settore, un appuntamento da non perdere soprattutto per le imprese che puntano decisamente a nuovi mercati.Da qui la decisione di Cna Alimentare Emilia Romagna di favorire, grazie anche al sostegno economico della Regione, la presenza delle aziende in uno spazio importante al Salone di Parma. Saranno 14 le imprese artigiane provenienti da tutta la regione che esporranno i propri prodotti tipici e di qualità in un’area di 130 mq, presentandoli ad operatori specializzati nazionali ed internazionali. Cna accompagnerà gli imprenditori in un “viaggio del gusto”, attraverso quelle antiche tradizioni che i prodotti della regione sono ancora in grado di incorporare.Inoltre, grazie al progetto “La dolce vita dell’Emilia Romagna in Russia", Cna in collaborazione con la Regione Emilia-Romagna, Sportello per l’Internazionalizzazione delle imprese sperimenterà a Cibus un “Desk Russia” con l’obiettivo di favorire gli incontri commerciali tra imprenditori di quel Paese e imprese emiliano romagnole, fornendo assistenza completa agli imprenditori che vorranno relazionarsi con gli operatori russi, proponendo a tutte le imprese interessate, alcuni incontri finalizzati alla definizione di contratti con importatori, distributori e catene alimentari russe di primo piano. Questa attività, consentirà alle imprese presenti di poter valutare, la fattibilità di rapporti di collaborazione con operatori russi che potrebbero poi proseguire nel corso di tutto il 2012, aprendo importanti prospettive di accordi commerciali.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet