L’armatore del Buccaneer: nessun blitz e nessun riscatto


RAVENNA, 10 AGO 2009 – Tira finalmente un sospiro di sollievo anche Silvio Bartolotti, general manager della Micoperi, l’azienda ravennate proprietaria del rimorchiatore Buccaneer. "Non c’è stato blitz e non è stato pagato alcun riscatto. Al momento convenuto i militari sono saliti a bordo del Buccaneer e hanno preso possesso della nave". La nave – ha aggiunto – è già in navigazione verso Gibuti, dove dovrebbe arrivare entro un paio di giorni, scortata da navi militari. "I miei uomini stanno tutti bene – ha precisato Bartolotti – e una volta arrivati a Gibuti valuteranno la situazione, secondo l’umore psicologico, se proseguire in nave o se rientrare in Italia in aereo. Io comunque prenderò il primo volo utile per Gibuti, perché voglio riabbracciare quanto prima i miei uomini"."Le ultime telefonate che avevo ricevuto in ufficio – ha aggiunto Bartolotti – davano per imminente questo momento, ma non me l’aspettavo per stanotte, piuttosto domani o dopodomani. Quando stasera mi ha chiamato la Farnesina sono stato felicissimo". "Voglio andare al più presto a bordo del Buccaneer – ha poi ribadito – E’ giusto che io sia con loro. E se se la sentono di navigare ancora tanto meglio, così si romperà la tensione di questi mesi".Nelle città di origine dei marinai è esplosa intanto la gioia e mentre si preparano feste per accoglierli al loro rientro ad Ercolano, uno dei centri di provenienza, la notizia della liberazione è stata accolta con fuochi di artificio.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet