L’anguria reggiana pronta a diventare Igp


GUALTIERI (RE), 9 AGO. 2012 – Nuova importante tappa a Gualtieri nel cammino che mira a valorizzare – anche attraverso un futuro marchio Igp da esibire in Italia e in Europa – l’anguria reggiana, una delle produzioni ortofrutticole di pregio presenti nella medio-bassa pianura reggiana.

Come già lo scorso anno, con “Cocomere a confronto” alla cooperativa agricola “La Libertà” di Santa Vittoria di Gualtieri – alla presenza dell’assessore provinciale all’Agricoltura Roberta Rivi, del presidente dell’Asssociazione produttori dell’Anguria Reggiana Ivan Bartoli e dei rappresentanti delle associazioni agricole – si sono “sfidate” diverse varietà di anguria. Obiettivo: verificare sia in campo sia a livello di gusto le migliori varietà per le zone maggiormente “vocate” a questo tipo di produzione.
Nella provincia reggiana, oggi i numeri del mercato dell’anguria parlano di 350 ettari di coltivazioni, 4 milioni di euro di giro d’affari, una quarantina di persone impegnate. “E’ un mercato in grado di espandersi ulteriormente, grazie anche all’impegno dell’Associazione fra produttori dell’Anguria Reggiana, che sta fortemente volendo il marchio Igp e che è già pronta per partire, si spera già dal prossimo anno, con la commercializzazione col marchio Anguria Reggiana”, conclude l’assessore provinciale Roberta Rivi.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet