L’Alma Mater serve la laurea in “gelatologia”


BOLOGNA, 23 MAR. 2012 – Sarà forse per il suo potere "consolante", sta di fatto che il gelato non va in crisi. E il mestiere di gelataio è tra i più gettonati tra coloro che aspirano a mettersi in proprio con un’attività artigianale. Per apprendere tutti segreti e le regole della produzione, da oggi c’è un corso universitario dedicato al gelato. Si tratta di un corso di formazione permanente. A offrirlo è l’Università di Bologna, fra le pagine del suo sito si trova "Il ciclo di produzione del gelato artigianale e le norme igieniche da rispettare". Le lezioni si tengono a Rimini e ci si può iscrivere anche online. 49 le ore totali di lezioni, 7 i crediti formativi rilasciati a fine corso, unitamente ad un diploma ufficiale dell’Università di Bologna. Dal 25 al 30 giugno 2012, la prima edizione in lingua italiana.Tra i docenti di riferimento per l’Alma Mater, il professor Giorgio Cantelli Forti, Presidente del Polo Scientifico Didattico di Rimini, e le Professoresse Silvana Hrelia, Facoltà di Farmacia, Biochimica della nutrizione, e Mirella Falconi, Facoltà di Farmacia, Anatomia. Ancora, i Prof. Marco Luccarini, Daniele Caretti e Franca Zanetti. Il corso si articolerà in una parte teorica, tenuta presso il Polo di Rimini, e in una parte pratica condotta dal Maestro Roberto Lobrano presso la sede di Anzola dell’Emilia della Carpigiani Gelato University. Qui si entrerà nel vivo, sviluppando teorie e tecniche della gelateria artigianale e realizzando uno stage in piena regola.Il corso vuole fornire le nozioni di base sul controllo di qualità (norme di mantenimento e conservazione ideali, igiene, cariche batteriche, cenni di microbiologia, contaminazioni con altri alimenti, compatibilità con intolleranze alimentari…) e sul valore nutrizionale del gelato artigianale, approfondendo le caratteristiche delle materie prime (zuccheri, grassi, accenni alle proprietà digestive/funzioni metaboliche di assorbimento…). Il corso sensibilizzerà gli utenti all’utilizzo di materiali "ecologici" e "biodegradabili" in un’ottica di un marketing ecosostenibile. Ulteriore obiettivo del corso è formare l’allievo alle conoscenze teoriche indispensabili per intraprendere un’attività nel settore della gelateria artigianale, addestrando anche alla pratica, mediante l’uso di macchine da laboratorio di ultima generazione, nella produzione di gelati di qualità superiore. La partecipazione a questo corso fornisce agli utenti la possibilità di muovere, con adeguato bagaglio teorico e pratico, i primi passi nel mondo della gelateria artigianale.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet