Klarius, il presidio continua nonostante l’accordo


FINALE EMILIA (MO), 23 NOV. 2009 – La vertenza Klarius non si è conclusa venerdì con l’incontro in Confindustria, nonostante si sia arrivati alla firma di un documento vincolante per le parti su gestione e trasparenza del concordato preventivo e di un accordo di Cigs per 12 mesi. Sindacati e Rsu dell’ex Ansa Marmitte hanno infatti chiesto che nuovi potenziali acquirenti dimostrino interesse vero per il sito di Finale Emilia. Dopo l’incontro, sindacati e Rsu hanno tenuto l’assemblea dei lavoratori comunicando quanto deciso al tavolo, ma hanno anche fatto presente dubbi e perplessità della situazione venutasi a creare con la messa in liquidità del sito finalese e la procedura di concordato. L’assemblea, spiega una nota di Fiom-Cgil e Fim-Cisl, ha convenuto sull’importanza di continuare il rapporto con i clienti per garantire un ‘appeal’ per eventuali nuovi acquirenti. L’assemblea ha approvato la linea della Rsu e dei sindacati di far ripartire parte dell’attività lavorativa da oggi per 24 lavoratori su 170, per mantenere i clienti oggi strategici, bloccando comunque tutte le attività che fanno capo alla Klarius Uk. Continuerà quindi anche il presidio giorno e notte. Oggi il liquidatore e i professionisti incaricati incontrano in assemblea plenaria i fornitori per trovare possibili soluzioni che mirino al mantenimento dei clienti più importanti.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet