Jobs act, aspettando i decreti attuativi


Entro metà febbraio sono attesi infatti i primi decreti attuativi del Jobs Act: quello sul contratto a tutele crescenti e quello che riforma i sussidi per la disoccupazione. Prime misure di una riforma che punta a rendere più flessibile il mondo del lavoro garantendo sgravi fiscali, nei primi tre anni, alle imprese che assumono e rivoluzionando il sistema degli ammortizzatori sociali. Al convegno hanno partecipato esperti giuslavoristi e consulenti del mondo del lavoro, come Arturo Maresca, professore alla facoltà di Giurisprudenza dell’Università La Sapienza di Roma, Arturo Maresca. In attesa dei decreti attuativi, qualche segnale sembra essere già arrivato, Angela Merkel ha promosso la riforma mentre la Fiat ha annunciato nuove assunzioni. Resta però difficile stimare la portata complessiva del Jobs Act.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet