Jenson Button (Brawn Gp) ancora in pole


SEPANG (MALAYSIA), 4 APR. 2009 – Un fulmine da fare invidia alle saette che da queste parti accompagnano gli acquazzoni pomeridiani. Dopo il Gp d’Australia Jenson Button si conferma in pole position e c’é già chi gli chiede se abbia guadagnato anche il primo posto nel cuore dei tifosi inglesi, al posto del campione del mondo Lewis Hamilton sempre più in crisi fuori e dentro la pista. Ma a lui, all’inglese della Brawn Gp, non sembra interessare più di tanto il favore dei fan, l’importante per il re di Melbourne è strappare un’altra corona "il mio sogno è vincere il Mondiale e essere il migliore in Formula 1, il resto non mi interessa".A supportare le ambizioni del ragazzo molto amato dal gentil sesso una Brawn Gp che fino a oggi sul circuito di Sepang e sembrata nascondersi all’ombra di una Ferrari che sembrava tornata vicina ai suoi livelli. Invece, quando è venuto il momento di fare sul serio, diffusori regolari o no, la squadra dell’ex ferrarista Ross Brawn è tornata quella dell’Albert Park, con Button davanti ad un ottimo Jarno Trulli su Toyota. L’altro pilota della Brawn Gp, il brasiliano Rubens Barrichello, ha fatto segnare un terzo tempo che a causa della precauzionale sostituzione del cambio (la trasmissione deve durare quattro Gp, pena la retrocessione di 5 posti in griglia) lo farà prendere il via a Sepang dalla ottava piazza. "Ho fatto un gran giro e sono felice per questo – ammette Button – Ieri non era stata una bella giornata, oggi la macchina è stata invece quasi perfettà ". Poi nella conferenza Fia l’inglese svela la trasformazione rispetto alle prove libere: "abbiamo fatto dei cambiamenti alla vettura nella notte. Ieri ero rimasto sorpreso del ritmo delle Ferrari, con questi cambiamenti abbiamo ribaltato la situazione. Questo è un ottimo circuito per me, qui ho fatto il primo podio della mia carriera (nel 2004 con la Bar Honda, ndr) e ho vissuto gare molto interessanti". La macchina è stata perfetta?"La perfezione non esiste, ma questa vettura ci si avvicina davvero". Infine Button parla dei rapporti di forza ribaltati rispetto al 2008? "Sono state le nuove regole a cambiare tutto, ma mi aspetta una stagione difficile perché le Ferrari torneranno e saranno competitive". E se la Rossa potrebbe presto tornare a competere per il Mondiale, un’altra protagonista degli ultimi anni del Circus sembra la lontanissima parente della squadra che ha permesso ad Hamilton, primo nero della storia della Formula 1, di laurearsi campione del mondo. Dopo la giornata delle scuse per la vicenda legata al sorpasso di Trulli in regime di safety-car al termine del Gran Premio d’Australia, oggi quella dell’anonimato che ha visto sia l’iridato che il compagno di squadra Heikki Kovalainen fuori nettamente dalla top ten nelle qualifiche. Hamilton domani scatterà solo dalla dodicesima posizione in griglia, mentre il pilota finlandese delle Frecce d’Argento attenderà il semaforo verde addirittura dalla quattordicesima posizione. Per il più giovane campione del mondo di sempre, forse, l’unica speranza di rifarsi subito sarà legata alla sua ‘vecchia cara compagna’ di pista, la pioggia. Che a queste latitudini non tradisce di certo le attese…

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet