Italia invasa dal vino spagnolo


“L’afflusso massiccio di vino straniero in Italia rischia di infangare anche il nome di una delle eccellenze modenesi, il lambrusco, che da solo copre tra il 60 e il 70% del valore totale delle esportazioni di vini regionali”. E’ il commento preoccupato di Coldiretti Modena alla notizia che il 2014, secondo quanto emerge da una analisi su dati Istat presentata al Vinitaly dalla Coldiretti, fa segnalare il record storico delle importazioni con 278 milioni di chili, in aumento del 46 per cento dall’inizio della crisi nel 2008 con ben 228 milioni di chili (82 per cento) arriva sfuso in cisterne delle quali non si conosce la reale destinazione. La provenienza invece – sottolinea la Coldiretti Modena – è soprattutto spagnola con l’arrivo di ben 154 milioni di chili di vino dalla penisola iberica e dagli Usa da dove sono sbarcati in Italia 47 milioni di chili di vino, la quasi totalità sfusi in recipienti superiori a 2 litri. Occorre fare chiarezza sulle destinazioni finali di queste produzioni a chilometro illimitato – sottolinea la Coldiretti – per evitare il rischio di frodi ed inganni a danno del Made in Italy come testimonia l’Osservatorio sulla criminalità in agricoltura promosso dalla Coldiretti con l’ex procuratore Giancarlo Caselli alla guida del comitato scientifico che ha piu’ volte puntato il dito sul pericolo di inganni che si nasconde dietro la mancanza di trasparenza nell’importazione massiccia di materie prime agricole.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet