Italia e Cina per un nuovo salone del turismo mondiale


Un nuovo salone internazionale B2B dedicato all’industria turistica mondiale che accorcerà le distanze tra l’Italia e la Cina. Italian Exhibition Group, il nuovo player fieristico nato dall’integrazione fra Rimini Fiera e Fiera di Vicenza, ha lanciato Travel Trade Market, marketplace per le imprese e le istituzioni coinvolte nei flussi turistici da e verso la Cina, che si terrà dal 24 al 26 ottobre 2017 a Chengdu. A annunciare il nuovo progetto fieristico – durante la conferenza stampa tenutasi oggi a Pechino, presso la sede dell’ambasciata d’Italia, alla presenza dell’ambasciatore d’Italia in Cina Ettore Sequi – è stato Matteo Marzotto, vice presidente di Italian Exhibition Group, insieme a Paolo Audino, direttore business internazionale di Italian Exhibition Group e a Dai Bin, presidente della China Tourism Academy. A seguire, una tavola rotonda alla quale si sono aggiunti Li Bo, direttore generale Vision Fair China e Massimo Gaudiano, primo segretario della cancelleria consolare all’ambasciata d’Italia di Pechino. La nuova manifestazione è frutto di una joint venture fra Italian Exhibition Group e Vision Fair China, primario organizzatore fieristico di Chengdu, ed è realizzata in partnership con il CTA China Tourism Academy, ente nazionale preposto alla ricerca e alla promozione turistica che fa capo all’Amministrazione del Turismo della Repubblica popolare cinese. “È l’inizio di un percorso del quale conosciamo prospettive, ma anche difficoltà – dice Lorenzo Cagnoni, Presidente Italian Exhibition Group – e lo stiamo affrontando con determinazione e alle nostre intenzioni corrispondono quelle della componente cinese, istituzionale e imprenditoriale, che con noi concorrerà a realizzare il progetto”. “Ci impegneremo per rendere Travel Trade Market – sottolinea Marzotto – il nuovo strategico marketplace d’Asia per la filiera internazionale del business turistico”. “Trasferiamo a Chengdu – dice Audino – l’esperienza di oltre 40 anni di organizzazione di fiere dedicate al business turistico, con l’obiettivo di radicare un modello innovativo che superi la relazione solo commerciale con il cliente espositore, e la estende ad una condivisione globale dei contenuti e degli obiettivi, per garantire risultati misurabili”.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet