Istat: “La crisi sociale sarà più lunga”


Segni di ripresa per l’Italia. L’Ocse alza l’asticella dell’attività economica del Bel Paese portandola a 101,6 in aprile rispetto al 101,4 di marzo. Secondo l’organizzazione internazionale l’Italia è l’unico Paese del G7 a registrare un’accelerazione della crescita con un incremento del 2,4 su base annua, più che doppio rispetto alla Germania. Immediato lo schiaffo di Standard and Poor’s secondo cui il debito pubblico e privato di Italia, Grecia, Portogallo, Spagna, Irlanda e Slovenia è mediamente raddoppiato nel periodo 2006-2013. Cifre di un’Italia sotto la lente, comunque profondamente cambiata sotto il profilo sociale. Parola di Linda Laura Sabbadini, direttore del dipartimento di statistiche sociali e ambientali dell’Istat ieri a Modena per la IX edizione dell’annuale lettura della Fondazione Ermanno Gorrieri.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet