Investe una moto e scappa, sfiorato il linciaggio


BOLOGNA, 28 SET 2009 – Linciaggio sfiorato alla prima periferia di Bologna. Ieri sera in via Toscana, intorno alle 22.45, una Punto nera è stata vista gareggiare in velocità con un furgone bianco. Al momento di compiere un sorpasso, l’auto ha falciato una motocicletta, ferendo gravemente i due passeggeri. Dall’auto sono scese tre persone, che invece di prestare aiuto sono scappate. Una di loro era Ion Zahu, moldavo irregolare di 30 anni, che probabilmente non era alla guida dell’auto. Rintracciato dalle forze dell’ordine, grazie alla segnalazione di qualche passante che lo aveva visto scavalcare una recinzione, Zahu si é scagliato contro un agente minacciandolo di morte e brandendo un sasso. Una volta bloccato è stato consegnato agli uomini della polizia municipale e portato nell’auto di servizio, ma gli agenti hanno dovuto faticare non poco per sottrarlo all’ira della gente. Con lui gli agenti hanno preso anche una seconda persona a bordo dell’auto-pirata, una donna moldava. Del terzo, probabilmente il conducente dell’auto, si sono invece perse le tracce. Sulla sua identità sta indagando la Polizia; alle ricerche, estese anche fuori Provincia, partecipano anche gli uomini della squadra mobile di Bologna. Il Pm Valter Giovannini, portavoce della Procura e titolare delle indagini, ha invitato il fuggiasco a presentarsi in Procura con un legale facendo presente che verrà presto identificato e rintracciato. A suo carico l’ipotesi di accusa è omissione di soccorso, la stessa per cui la donna è stata denunciata a piede libero. I due feriti, un uomo e una donna, sono ricoverati all’ospedale Maggiore di Bologna. Il più grave è il conducente dello scooter, un padovano di 28 anni.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet