Interpump, secondo trimestre a +15,8%


Il Consiglio di Amministrazione di Interpump Group S.p.A. ha approvato i risultati del secondo trimestre e del primo semestre 2018.
Le vendite nette nella prima metà del 2018 sono state pari a 643,4 milioni di euro, superiori del 15,2% rispetto alle vendite dell’analogo periodo del 2017 quando erano state pari a 558,8 milioni di euro.
Le crescite organiche, a parità di area di consolidamento e di cambi, sono state pari al 15,7% per il settore Olio, 7,9% per il settore Acqua, e 12,9% sul totale delle vendite.
Da segnalare che l’effetto dei cambi ha pesato negativamente sul fatturato per ben € 27,1 milioni: per questo motivo la crescita delle vendite, sempre a parità di area di consolidamento ma dopo la conversione in Euro, risulta dell’11,3% per il settore Olio, del 2,2% per il settore Acqua, e dell’8,0% sul totale delle vendite.
L’EBITDA è stato pari a 146,8 milioni di euro (22,8% delle vendite) a fronte dei 130,8 milioni di euro del primo semestre 2017, che rappresentava il 23,4% delle vendite, con una crescita del 12,3%.
Il risultato operativo (EBIT) è stato pari a 121,7 milioni di euro (18,9% delle vendite) a fronte dei 106,0 milioni di euro del primo semestre 2017 (19,0% delle vendite), con una crescita del 14,8%.
L’utile netto del primo semestre 2018 è stato di 94,3 milioni di euro (66,3 milioni di euro nel primo semestre 2017), con una crescita del 42,3%. Si ricorda che nel primo semestre 2018 è stato iscritto un provento una tantum di 11,6 milioni di euro legato all’acquisizione di GS Hydro. L’utile per azione base è passato da euro 0,614 nel primo semestre 2017 a euro 0,875 nel primo semestre 2018.
La liquidità netta generata dalla gestione reddituale è stata di 113,7 milioni di euro (95,4 milioni di euro nel primo semestre 2017) con una crescita del 19,1%. Il free cash flow è stato di 35,8 milioni di euro (36,1 milioni di euro nel primo semestre 2017).
La posizione finanziaria netta è pari a 296,0 milioni di euro rispetto ai 273,5 milioni di euro al 31 dicembre 2017, dopo esborsi per acquisizioni per 10,4 milioni di euro, pagamento dividendi per 22,5 milioni di euro e acquisto azioni proprie per 27,5 milioni di euro. Il Gruppo ha inoltre impegni per acquisizione di partecipazioni di società già controllate per complessivi 44,1 milioni di euro (46,8 milioni di euro al 31/12/2017).
Il capitale investito è passato da 1.085,1 milioni di euro al 31 dicembre 2017 a 1.153,1 milioni di euro al 30 giugno 2018, a seguito dell’acquisizione GS-Hydro e dell’incremento di capitale circolante, fisiologico nella prima parte dell’anno e in presenza di tassi di crescita organica molto elevati. Il ROCE non annualizzato è stato del 10,6% (9,8% nel primo semestre 2017). Il ROE non annualizzato è stato dell’11,6% (9,4% nel primo semestre 2017).
Al 30 giugno 2018 Interpump Group S.p.A. aveva in portafoglio n. 2.401.296 azioni proprie pari al 2,2055% del capitale, acquistate ad un costo medio di € 18,7752.
Le vendite nette del secondo trimestre 2018 sono state pari a 331,1 milioni di euro, superiori del 15,8% rispetto alle vendite dell’analogo periodo del 2017 (286,0 milioni di euro).

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet