Interpump si espande acquistando la Walvoil


L’obiettivo era di crescere – come tutti – ma anche attraverso lo strumento dell’acquisizione di altre aziende, di grandi dimensioni. E così è stato. La reggiana Interpump, che impiega 1200 dipendenti attiva nella produzione di prodotti e sistemi oleodinamici, infatti, ha acquistato la Walvoil che sviluppa e realizza prodotti e sistemi oleodinamici ed elettronici per equipaggiamenti mobili. A confermare le indiscrezioni che già circolavano da giorni sono alcune fonti sindacali. Walvoil ha chiuso il 2013 con ricavi per 126,3 milioni di euro, un ebitda di 13,6 milioni (pari a un margine del 10,8%), un ebit di 6 milioni (4,7%) e un utile netto di 700 milioni di euro. La posizione finanziaria netta era pari a 39,7 milioni a fine 2013. Il prezzo dell’operazione non è ancora noto, ma secondo gli analisiti, applicando un multiplo di sette volte l’ebitda 2013, il valore potrebbe arriva a 95 milioni di euro. Interpump è leader mondiale nelle pompe idraulice e player internazionale nell’oleodinamica. Con l’acquisto di Walvoil il fatturato aggregato potrebbe passare dagli attuali 556 milioni di euro ad oltre un miliardo di euro nel 2017.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet