Internet e innovazione, i premi dello Smau Bologna a Regione, Ferrari e Ducati


BOLOGNA, 18 GIU. 2009 – Ci sono anche il Comune di Bologna e la Regione Emilia-Romagna fra le pubbliche amministrazioni, ed aziende famose come Ferrari e Ducati fra i 15 riconoscimenti attribuiti dal ‘Premio Innovazione Ict’. L’iniziativa è stata organizzata da Smau Business nella prima giornata del salone a cui partecipano in fiera un centinaio di espositori nel campo dell’information technology, rivolto ad imprenditori, operatori pubblici, decisori aziendali.Più successo grazie alla rete. Lo scopo del premio – ha spiegato l’ad di Smau Business, Pierantonio Macola – è quello di segnalare le imprese e le pubbliche amministrazioni che in Emilia-Romagna hanno migliorato le loro performance grazie all’utilizzo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione. Premiati la sicurezza e l’uso del Voip. Il Comune di Bologna è stato premiato per i nuovi strumenti introdotti nella gestione centralizzata della sicurezza informatica sui pc dell’amministrazione mentre il riconoscimento è stato attribuito alla Regione per l’ammodernamento di tre centrali telefoniche preesistenti e la realizzazione tra di esse di interconnessioni voip.Online si vende di più. Ducati e Ferrari invece sono state selezionate nella sezione e-commerce, la prima per la piattaforma web che offre servizi specifici alla comunità di appassionati, la seconda per l’attenzione nella gestione dei dati dei clienti e nella sicurezza del suo sito di e-commerce. Fra i premiati nell’area Mobile and wireless figura anche l’Atc di Bologna, per l’infrastruttura tecnologica che supporta il servizio di car sharing.Una banca tra i vincitori. Diverse le aziende private che hanno vinto il premio. Fra queste nella categoria sistemi gestionali ci sono Gd, Bertoli, Carel e Stromab. Premiata infine anche la Cassa di risparmio di Ferrara per l’adozione di una soluzione che rende possibile indicizzare centinaia di migliaia di documenti della banca e renderli disponibili in tempo reale con una sola interrogazione.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet