Internazionalizzazione, l’ER guarda al Brasile


BOLOGNA, 26 SET. 2011 – Nei prossimi anni il sistema economico-produttivo dell’Emilia-Romagna guarderà con particolare attenzione al mercato del Brasile, uno dei grandi mercati del Bricst insieme a Cina, India, Russia, Sud Africa e Turchia. Nell’ambito del programma Bricst 2011-2013 la Regione Emilia-Romagna intende partecipare alle iniziative previste in occasione della rassegna promozionale del Made in Italy denominata ‘Momento Italia Brasile 2011-2012’. L’iniziativa – che ha per obiettivo lo sviluppo delle relazioni bilaterali tra i due paesi in ambito economico, scientifico e culturale – è coordinata dal Governo italiano, a cui partecipano i Ministeri Affari Esteri e Sviluppo economico, l’Ambasciata italiana in Brasilia, le Regioni italiane aderenti, il sistema delle Camere di Commercio. La Regione Emilia-Romagna punta alla valorizzazione delle proprie filiere produttive d’eccellenza in Brasile individuando tra Stati brasiliani come prioritari per la propria azione promozionale quelli di San Paolo, Paranà e Pernambuco.SI INIZIA MARTEDì 27 SETTEMBRE E’ questa la data della prima tappa del progetto. Alle ore 15 nella sala Conferenze A della Terza (viale della Fiera 8), si tiene un "Focus Brasile – Paranà". All’iniziativa – realizzata da Sprint-ER, il servizio sportello regionale per l’Internazionalizzazione delle imprese dell’Emilia-Romagna – interverranno Gian Carlo Muzzarelli (assessore regionale alle Attività produttive), Donatella Bortolazzi (assessore regionale alla Cooperazione allo sviluppo), Ercilio Santinoni (Direttore generale industria e commercio dello Stato del Paranà), Maurizio Melani (Direttore Generale per la promozione del sistema Paese del Ministero Affari Esteri) e Ruben Sacerdoti (responsabile servizio Internazionalizzazione delle imprese della Regione Emilia-Romagna). Nel 2010 l’import dell’Emilia-Romagna dal Brasile ha raggiunto un valore di 288 milioni di euro (+ 84% rispetto al 2009 ), mentre l’export ha raggiunto i 604 milioni di euro (+69% sul 2009) pari all’1,5 % del totale export dell’Emilia-Romagna (che è stato di 42 miliardi di euro).TENDENZE CONFERMATE Nel primo semestre del 2011 i dati sono in linea con quelli dell’anno precedente: 113 milioni di import e 331 milioni di euro export. "Il Brasile – sottolinea l’assessore regionale alle Attività produttive Gian Carlo Muzzarelli – ricopre oggi un ruolo rilevante nell’economia mondiale, rafforzato dal mantenimento di una forte crescita pur in un periodo di crisi economica globale. Quindi questo Paese riveste per l’Emilia-Romagna una grande importanza per la sua economia in forte crescita. E’ un Paese che guardiamo con attenzione nell’ambito delle nostre politiche di internazionalizzazione. Per il Brasile verranno organizzate iniziative di sistema sul modello sperimentato con successo in occasione di Expo Shanghai 2010 per favorire una partecipazione di imprese al programma regionale e supportarle nel processo di ingresso o consolidamento sul mercato brasiliano. Per questo la Regione ha promosso una manifestazione d’interesse per assistenza gratuita riservata a 30 imprese regionali selezionate tramite check-up aziendali mirati e accompagnarle poi sul mercato brasiliano. Italia & Regioni in Brasile".SI PARTE NEL 2012 Tra il 12-16 marzo si svolgerà la missione di sistema Governo-Regioni-sistema camerale in Brasile. La missione si articolerà in due momenti. Il primo appuntamento alla presenza di tutte le sedici Regioni aderenti vedrà l’organizzazione a San Paolo di un Forum economico di presentazione del Sistema Italia ai principali operatori economici e alle istituzioni brasiliane. Il secondo momento sarà organizzato in sessioni parallele (Curitiba, Belo Horizonte, Rio de Janeiro) in base ai settori d’interesse e agli ambiti di specializzazione delle Regioni (agroindustria, legno/arredo, moda, aeronautica, automotive, edilizia, agroalimentare, innovazione tecnologica, nautica). In occasione delle giornate nelle diverse sedi saranno organizzati seminari tematici e incontri b2b per le imprese aderenti alla missione: la Regione Emilia-Romagna sarà capofila nazionale per le imprese della filiera agroindustriale che avrà il suo focus a Curitiba.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet