Insediato consiglio di Camera di commercio Romagna


Con l’odierno insediamento del nuovo consiglio è ufficialmente nata la Camera di Commercio della Romagna – Forlì-Cesena e Rimini (dunque senza Ravenna) – primo accorpamento camerale in Emilia-Romagna e ottavo a livello nazionale. Scompare così, dopo 154 anni di attività, la Camera di commercio di Forlì. Come primo atto il consiglio ha eletto a presidente Fabrizio Moretti, già presidente dell’ente camerale riminese. Segretario generale è stato nominato Antonio Nannini, che ricopriva il medesimo incarico a Forlì. Il consiglio della nuova Camera di commercio è composta da 33 consiglieri (rispetto ai 56 dei due precedenti consigli), con 10 rappresentanti donne e 10 al di sotto dei 50 anni. Il territorio di competenza comprende 56 comuni, per più di 730 mila abitanti, quasi 100 mila imprese che producono un valore aggiunto totale di oltre 19,5 miliardi di euro. La sede principale è a Forlì, con uffici decentrati a Rimini e Cesena. Alla seduta d’insediamento erano presenti il presidente della regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, e il segretario generale di Unioncamere nazionale, Giuseppe Tripoli. “Ritengo un onore poter rappresentare questa realtà così importante – ha sottolineato il neo presidente Moretti nel suo intervento – e mi impegnerò al massimo perché possa raggiungere la piena operatività nel minor tempo possibile, e perché possa essere un esempio positivo per le altre camere che in regione dovranno intraprendere questo percorso”. “Il motivo della mia presenza – ha commentato Bonaccini – rimarca l’attenzione e l’interesse all’avvio ed al consolidamento di un percorso di collaborazione istituzionale tra la regione Emilia-Romagna, questa camera di commercio e l’intero sistema camerale regionale”. Per Tripoli “la nuova Camera di commercio ha davanti a sé un periodo senz’altro intenso, anche per il processo di grande trasformazione in cui sono impegnate le camere di commercio italiane”

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet