Influenza A: vaccino anche per i “clandestini”. La Regione: non saranno denunciati


BOLOGNA, 3 NOV 2009 – In Emilia-Romagna la Regione fa appello anche alla popolazione immigrata irregolare perché ricorra, nei casi previsti, alla vaccinazione per la quale, "essendo un atto sanitario è previsto espressamente che non si faccia la segnalazione di clandestinità".L’ha spiegato l’assessore regionale alla sanità Giovanni Bissoni a chi gli ha chiesto, durante una conferenza stampa in Regione per fare il punto sulla pandemia dell’influenza A, quali siano le opportunità di assistenza per la popolazione immigrata, in particolare dei clandestini. "Anche in questo caso funziona la rete informativa e di collegamento – ha spiegato Bissoni -: una rete a cui partecipano consultori, associazioni di volontariato, e anche servizi socio-sanitari". In quei punti tra qualche giorno sarà distribuito materiale informativo sull’influenza A H1N1 tradotto in 11 lingue, destinato a tutti gli immigrati presenti in Emilia-Romagna.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet