Inflazione, leggera crescita


A Bologna nel mese di marzo 2015 l’indice dei prezzi al consumo per l’intera collettività ha fatto registrare una variazione mensile del +0,5% ed un tasso tendenziale al -0,9%. Nel mese di febbraio 2015 la variazione mensile era risultata del +0,2% e il tasso tendenziale del -0,6%. In calo, frutta, vino, pacchetti vacanza e abbigliamento, in aumento mobili, servizi ospedalieri, carburanti e ristorazione. Invariati i prezzi relativi ad abitazione.

L’indice dei prezzi al consumo, calcolato nel mese di marzo 2015 dal servizio Statistica del Comune di Modena, ha fatto registrare una variazione di -0,1% su base tendenziale annua, e una variazione di +0,2% su base congiunturale rispetto al mese di febbraio. L’aumento più significativo mezzi di trasporto, carburanti, alberghi, bevande, articoli e servizi per la casa e servizi medici. Tre le divisioni complessivamente invariate: istruzione, abbigliamento e  apparecchi elettrici. Il calo percentuale più rilevante del mese si è registrato per spettacoli, giochi, libri, pesci, frutta e ortaggi, servizi postali, abitazione.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet