Inflazione in crescita a Modena e Bologna


L’indice dei prezzi al consumo per l’intera collettività ha fatto registrare in maggio a Bologna una variazione mensile del +0,1% e un tasso tendenziale in leggero aumento al +1,3%. La variazione mensile più accentuata (+2,1%) ha riguardato i servizi ricettivi e di ristorazione, per l’aumento dei prezzi del servizi di alloggio e di ristoranti, bar e simili. In sensibile diminuzione (-1,9%) i Trasporti, per il calo dei trasporti aerei, degli altri servizi relativi ai mezzi di trasporto privato e dei carburanti e lubrificanti. A Ferrara variazione -0,2% sul mese precedente e +1,3% sullo stesso mese dell’anno precedente, a Modena +0,2% su base congiunturale mensile rispetto ad aprile e +1,4% l’inflazione su base annua.
L’inflazione di maggio 2017 a Modena è stata calcolata a + 1,4 % su base tendenziale annua. Segno positivo, + 0,2 %, per la variazione su base congiunturale mensile rispetto ad aprile. È quanto risulta dalle rilevazioni del servizio Statistica del Comune di Modena per il calcolo provvisorio dell’indice dei prezzi al consumo per l’intera collettività (Nic).
Tre delle 12 divisioni prese in esame sono state rilevate in aumento, quattro in calo, e cinque sono invariate. Tra le divisioni in crescita, “Mobili, articoli e servizi per la casa” (+ 3,2 %), alimentari e abbigliamento. In calo trasporti, comunicazioni e, di poco, ristorazione.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet