Indel B chiede quotazione a Borsa Italiana


Indel B, società di Sant’Agata Feltria, nel Riminese, attiva nel settore della refrigerazione mobile applicabile ai comparti dell’auto e del tempo libero e della refrigerazione per il mercato dell’ospitalità, ha presentato a Borsa Italiana, nella giornata di ieri, la domanda di ammissione alla quotazione sul Mercato Telematico Azionario e ha richiesto alla Consob l’approvazione del relativo prospetto informativo. L’operazione – si legge in una nota del gruppo riminese – prevede un’offerta di sottoscrizione e di vendita destinata ad investitori qualificati in Italia e istituzionali all’estero con esclusione di Stati Uniti, Canada, Giappone e Australia, di azioni ordinarie Indel B e l’ammissione a quotazione delle azioni medesime sul Mta. Nel 2016 Indel B ha registrato ricavi per circa 90 milioni, mentre l’utile netto ha raggiunto il 10,7% del totale ricavi. Il coordinatore dell’offerta Globale e ‘joint bookrunner’ del collocamento istituzionale – viene spiegato ancora – è Banca Imi che svolge anche il ruolo di sponsor, mentre Banca Akros svolge il ruolo di ‘joint bookrunner’ del collocamento istituzionale e Emintad Italy agisce in qualità di advisor finanziario della società. La società incaricata della revisione legale dei conti di Indel B è PricewaterhouseCoopers.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet