Incidente sul lavoro a Ravenna: muore un operaio edile


RAVENNA, 17 MAR. 2009 – Un operaio romeno di 28 anni è deceduto per le ferite riportate in un incidente sul lavoro accaduto nel pomeriggio all’interno di un cantiere edile di Madonna dell’Albero, frazione alle porte di Ravenna. Secondo i primi rilievi della polizia, il giovane sarebbe rimasto schiacciato dal cedimento della fossa all’interno nella quale stava lavorando e sarebbe morto una quarantina di minuti dopo durante il trasporto in ospedale.L’operaio si chiamava Ionut Bogdan Stratulat e abitava a Marina di Ravenna assieme alla giovane compagna incinta. L’incidente è avvenuto in via Cella, la via principale del paese, in un cantiere della Iter di Lugo. Il ventottenne, che lavorava per una ditta esterna, è stato travolto dal crollo di un terrapieno mentre, all’interno di un fossato profondo un paio di metri, scavato attorno a una palazzina in costruzione, stava lavorando ad un manufatto appena realizzato. A quel punto è finito con il volto nel cemento fresco ed allo stesso tempo è stato sepolto dai detriti. I colleghi di lavoro hanno dovuto usare anche un escavatore per liberarlo ma le sue condizioni erano ormai disperate. Il Pm di turno, Daniele Barberini, ha già disposto il sequestro dell’area dove è avvenuto il crollo. In serata la Polizia e la medicina del Lavoro hanno sentito per una sommaria informazione gli operai presenti al momento dell’incidente, il direttore del cantiere e il responsabile della sicurezza

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet