Inalca sbarca negli Emirati Arabi


Inalca, società del Gruppo Cremonini specializzata nella produzione di carni bovine e nella realizzazione di piattaforme distributive alimentari, ed Emirates Advanced Investment Group (EAIG), holding specializzata per gli investimenti negli Emirati Arabi, hanno siglato un importante accordo per lo sviluppo del business agroalimentare, alla presenza del Primo Ministro italiano Enrico Letta e del Ministro dell’Economia degli Emirati Arabi H.E. Sultan al Mansouri. L’obiettivo dell’accordo, siglato dai CEO di EAIG, H.E. Obaid Al Mansouri e di Inalca Luigi Scordamaglia, è di costituire e gestire una JV per la commercializzazione di prodotti alimentari (specialmente di origine italiana), nel foodservice e negli altri canali distributivi nel territorio degli Emirati Arabi Uniti e, più in generale, negli altri paesi del Consiglio per la Cooperazione dei Paesi Arabi del Golfo (GCC Countries).

Il primo passo dell’accordo prevede la costruzione di una piattaforma distributiva nell’area di libero scambio (free trade zone) di Abu Dhabi per l’importazione e la distribuzione di prodotti alimentari, basata sul modello delle analoghe strutture realizzate da Inalca in Russia e in diversi stati africani. In una seconda fase, le stesse parti valuteranno eventuali opportunità future per organizzare anche attività di produzione alimentare.

In linea con il piano di sviluppo “Abu Dhabi Vision 2030” e con l’obiettivo di accompagnare la continua crescita dell’economia degli Emirati, EAIG considera il business agroalimentare e la sicurezza alimentare come una delle principali priorità, insieme allo sviluppo delle competenze locali nel settore. Pertanto, vista la forte domanda di specialità alimentari del Made in Italy nel territorio degli Emirati Arabi Uniti e considerato l’obiettivo di creare una forte cooperazione nel settore agroalimentare tra Emirati Arabi Uniti e l’Italia, EAIG ha scelto Inalca per la sua consolidata esperienza specifica nel settore.

Inalca, infatti, ha già costruito e organizzato in altre aree del mondo diverse piattaforme logistiche per la distribuzione di prodotti alimentari al mondo del Foodservice e dell’Ho.Re.Ca (Hotel Ristoranti e Catering). Questo modello di business consente al Gruppo Cremonini di valorizzare non soltanto i propri prodotti, ma anche quelli di migliaia di piccole e medie aziende italiane, in grado di produrre le migliori eccellenze alimentari al mondo, ma la cui dimensione inadeguata impedisce qualsiasi distribuzione autonoma al di fuori del confine del nostro Paese.

Il modello Inalca unisce aggrega e distribuisce sul mercato Mondiale il meglio dell’Italian food & Beverage . E’ un modello ideale di internazionalizzazione, senza delocalizzazione, che oggi sembra non avere limiti nella possibilità di replicarsi in tantissimi altri mercati del mondo.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet