In viaggio con un etto di cocaina purissima. Destinazione: il carcere di Forlì


in collaborazione con Teleromagna20 MAR. 2009 – Due cittadini marocchini, Abderrahim Machmachi di 46 anni, regolare, e Hassan Benou Kaiss, 28 anni, clandestino e con precedenti, sono stati arrestati dalla squadra mobile di Forlì per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Da tempo la polizia teneva d’occhio il più giovane dei due, sospettando una sua attività di spaccio nel forlivese e nel cesenate. Mercoledì sera l’epilogo. Venuti a conoscenza che i due stavano facendo ritorno in Romagna dopo essersi recati nel nord Italia, gli agenti hanno bloccato la loro vettura, una Fiat Punto, all’altezza del casello di Forlì. Nonostante l’assoluta tranquillità mostrata dai due l’auto è stata sottoposta ad un’accurata perquisizione protrattasi a lungo. Alla fine la costanza degl’investigatori è stata premiata, col ritrovamento, in un intercapedine ricavato dietro al cassetto porta oggetti del cruscotto, di alcuni sassi di cocaina purissima del peso complessivo di un etto. Lo stupefacente, una volta tagliato e suddiviso in dosi, avrebbe potuto rendere agli spacciatori almeno 30 mila euro. Una successiva perquisizione nei domicili dei due, a Cesena e a Savignano, ha portato al ritrovamento di circa 4mila euro in contanti che si ritengono probabile provento dell’attività di spaccio. I due si trovano ora in carcere a Forlì a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet