In undici mila solo dall’Emilia-Romagna


BOLOGNA, 14 OTT. 2010 – Tra le manifestazioni nazionali organizzate dalla Fiom quella di sabato sarà di sicuro la più grande degli ultimi anni. E come sempre accade in queste occasioni, non mancherà l’apporto degli iscritti emiliano romagnoli alla federazione dei metalmeccanici Cgil. In più di 11 mila raggiungeranno la capitale per difendere diritti fondamentali dei lavoratori quali il diritto di sciopero e il rispetto del contratto nazionale. In partenza ci sono 150 pullman e tre treni straordinari (da Reggio Emilia, da Modena, da Bologna). "E’ un risultato che conferma i livelli di adesione e di partecipazione che abbiamo registrato in occasione delle diverse iniziative attraverso cui è stato gestito il pacchetto di 4 ore di sciopero generale della categoria.", spiega Gianni Scaltriti, segretario generale Fiom Emilia Romagna. "Ovunque ho registrato la rabbia delle lavoratrici e dei lavoratori per le sorti del contratto nazionale, senza che tutto ciò si sia trasformato in atteggiamenti violenti e di prevaricazione nei confronti di alcuno. Anche per questo – continua Scaltriti – sono convinto che quella di sabato sarà una grande, pacifica, democratica manifestazione di lavoratrici e lavoratori, ma non solo, viste le tante adesioni già registrate."

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet