In un convegno, il ricordo modenese di Marco Biagi


MODENA, 18 MAR. 2013 – Sono passati undici anni dall’assassinio di Marco Biagi. La ricorrenza di quel tragico 19 marzo 2002, quando il giuslavorista morì vittima dell’attentato terroristico delle Brigate Rosse, cadrà nella giornata di domani, ma Modena e la fondazione a lui dedicata lo hanno voluto ricordare con un convegno internazionale che si è aperto oggi. “La dimensione transnazionale delle relazioni di lavoro: un nuovo ordine in costruzione?”, il titolo della due giorni organizzata per l’undicesimo anno per approfondire le tematiche che lo stesso Biagi aveva a lungo studiato. Il diritto al lavoro e la necessità di riformare un mondo che già in quegli anni dava segnali di sofferenza, sono l’eredità che il docente della facoltà di Economia dell’Università di Modena e Reggio Emilia ha lasciato. Temi più che mai attuali quelli che sono costati la vita a Marco Biagi, la cui idea era quella di modernizzare il mercato del lavoro, allineandolo allo standard europeo. Un’esigenza, quella delle riforme, che anche oggi rientra tra le priorità di chi formerà il nuovo governo, come anticipa la sottosegretaria Maria Cecilia Guerra.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet