In Regione si telefona con Voip, così le chiamate costano di meno


BOLOGNA, 24 APR. 2009 – Le telefonate degli uffici regionali emiliano-romagnoli viaggiano su internet. E’ stato infatti avviato da questa settimana il trasferimento delle chiamate sulla tecnologia Voip, che la Regione ha presentato nello spazio Lepida village del "Guglielmo Marconi Forum and Exhibition" in corso in questi giorni a Bologna."Grazie a questa tecnologia – ha detto l’assessore alle attività produttive Duccio Campagnoli – la Regione può risparmiare 200mila euro e, allo stesso tempo, migliorare i servizi". Liberarsi dei fili del telefono, per usare la banda larga della rete regionale Lepida e far viaggiare le telefonate su internet, permette infatti di integrare i servizi telefonici con lo scambio di mail e di dati. Ma anche di annullare i costi per le telefonate interne ed abbatterli di circa il 36% per quelle verso l’esterno, grazie alla convenzione con Telecom, che ha vinto la gara. Il risparmio potrebbe poi estendersi a tutto il sistema delle amministrazioni pubbliche della regione, molte delle quali hanno già aderito: la stima è che quando il sistema sarà a regime, ovvero quando tutte le istituzioni pubbliche dell’Emilia-Romagna saranno pronte per utilizzare la tecnologia Voip, il risparmio per le casse pubbliche si aggirerà sui 50 milioni l’anno. Anche perché, a quel punto, saranno gratuite tutte le telefonate fra i vari enti. Molti Comuni hanno già aderito, alcuni (come quello di Bologna) hanno già cominciato ad usarla.    La trasmigrazione di un ente con migliaia di dipendenti come la Regione avrà varie tappe. Quando il processo sarà completato ci saranno dei vantaggi anche per cittadini e imprese che potranno, attraverso internet, comunicare in maniera molto più rapida con gli uffici pubblici.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet