In regione 192 startup d’impresa, emiliane 5 su 6


Le startup d’impresa crescono più in Emilia che in Romagna. I dati di Infocamere fotografano un quadro che vede la regione al secondo posto in Italia (prima è la Lombardia), con un totale di 192 startup ad inizio 2014. Dato che, scorporato per province, registra però uno squilibrio tra Emilia (dove Bologna, nella “top five” nazionale, primeggia con 61 startup) e Romagna che, complessivamente, si ferma a quota 32, quasi equamente distribuite (9 a Rimini, 11 a Forlì-Cesena, 12 a Ravenna). Numeri, quelli romagnoli, comunque in linea con quelli delle province situate in contesti geografici ed economici simili come Pesaro-Urbino, dice oggi l’assessore della Provincia di Rimini alle Attività produttive, Fabio Galli.

“Sono dati – commenta Galli in una nota – che testimoniano come, nonostante mille difficoltà, vi sia da parte dei giovani un vitalismo ed un dinamismo sul mercato che va assolutamente intercettato, sostenuto e promosso. Sostenere la creazione di nuove imprese è infatti un modo concreto per invertire la tendenza depressiva di questa terribile crisi economica, puntando sull’innovazione e l’intraprendenza di giovani che si mettono in gioco. Si tratta di mettere in moto un vero e proprio “scatto culturale” in grado di valorizzare le professionalità delle nuove generazioni”.

 

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet