In pericolo il Gay Pride a Roma


BOLOGNA, 5 GIU. 2009 – "Il grave ostruzionismo che le istituzioni romane, attraverso i ‘niet’ della questura e il disinteresse del Comune, stanno mettendo in campo contro il Gay Pride è un fatto grave che deve allarmare tutto il Paese". Lo afferma in una nota lo storico circolo Arcigay Il Cassero di Bologna, che "esprime piena solidarietà agli amici del circolo Mario Mieli e a tutte le associazioni coinvolte nell’ organizzazione della manifestazione", e annuncia che da Bologna è già predisposto un servizio di pullman per portare chi vorrà alla manifestazione del 13 giugno.Giorno in cui "il Cassero sarà a Roma in piazza della Repubblica, pronto, se fosse necessario, a una doverosa disobbedienza assieme a tutti quelli a cui la questura ancora non concede un percorso idoneo per manifestare". Il Cassero lancia poi un appello a bolognesi ed emiliano-romagnoli "affinché si uniscano a noi, per portare a lesbiche, gay e trans della capitale il necessario sostegno in questa importantissima battaglia di libertà". 

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet