In cucina con il Re


Prosegue l’azione del Consorzio del Parmigiano Reggiano per favorire l’aumento delle vendite dirette all’interno dei caseifici, con l’obiettivo di giungere a quella quota di 500.000 forme (rispetto alle attuali 360.000) che il nuovo Consiglio di amministrazione ha indicato – insieme alla crescita dell’export e alla lotta alle contraffazioni – tra i principali obiettivi dell’Ente di tutela.
Si inserisce in questo quadro il concorso “In cucina con il Re”, che da oggi vedrà in campo ben 85 caseifici, pronti ad accogliere i consumatori per i loro acquisti e a premiarli per aver scelto questa modalità di relazione diretta con i produttori.
A fronte di una spesa minima di 30 euro, infatti, all’acquirente sarà consegnata una cartolina sulla quale è presente un codice univoco ricoperto da una patina argentata da grattare; una volta scoperto il codice, sarà sufficiente registrarsi sul sito sceglilaqualita.com e verificare così direttamente se si è in possesso di un codice vincente.
In palio ci sono 400 utensili per la cucina del valore medio di 50 euro.
“Passando anche da questa forma di gratificazione – sottolinea il presidente del Consorzio del Parmigiano Reggiano, Nicola Bertinelli – puntiamo a far conoscere meglio le diverse caratteristiche del prodotto e, soprattutto, quel mondo rappresentato dai nostri caseifici artigianali con il quale i consumatori, sia direttamente che attraverso le vendite online promosse dal Consorzio, possono stabilire una relazione duratura nel tempo”.
All’iniziativa del Consorzio hanno massicciamente aderito i caseifici che dispongono di uno spaccio per la vendita diretta: nell’operazione saranno infatti impegnate ben 85 strutture artigianali delle province di Parma, Reggio Emilia, Modena, Mantova (destra Po) e Bologna (sinistra Reno).

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet