In buone acque: Hera informa sulla qualità


BOLOGNA – Hera presenta la quinta edizione del report “In buone acque” in anteprima al Bologna Water Design, la kermesse ‘fuori-fiera’ del Cersaie dedicata al design dell’acqua, che si terrà dal 23 al 28 settembre. Attraverso un percorso espositivo realizzato all’interno del chiostro del palazzo ex Ospedale Bastardini di Via D’Azeglio (dove si terranno tutte le conferenze dell’evento) la multiutility racconterà i contenuti della pubblicazione che ogni anno rendiconta la qualità dell’acqua di rubinetto e i controlli messi in campo per garantirla.

Nel 2012 le analisi effettuate su tutta la filiera di produzione dell’acqua potabile, che va dalle fonti alla distribuzione, sono state 620.521, pari a 1.700 al giorno. Il 99,6% dei controlli effettuati da Hera e Ausl attraverso i laboratori Arpa è risultato conforme alla legge. I laboratori del Gruppo sono operativi sette giorni su sette ed effettuano più di 900 analisi al giorno sulle acque potabili, avvalendosi di 80 tecnici specializzati.

Il report è disponibile on line, sul canale del sito Hera dedicato all’acqua. Può essere consultato nei principali sportelli clienti del Gruppo Hera e viene distribuito nelle scuole che collaborano con la multiutility nei progetti di educazione ambientale. Sempre sul sito www.gruppohera.it/dossier è possibile leggere il Dossier sull’acqua, un approfondimento a 360 gradi che parla anche di investimenti, tariffe e modelli di gestione.

“Il report ‘in Buone Acque’, insieme alle tante altre iniziative realizzate dal Gruppo per informare i cittadini, vuole mettere in evidenza l’attenzione riservata al servizio idrico – afferma Maurizio Chiarini, amministratore delegato di Hera Spa – e gli importanti standard qualitativi raggiunti e garantiti ai nostri utenti. I risultati delle analisi che svolgiamo ogni giorno sull’acqua continuano a mantenersi eccellenti a riprova che l’acqua del rubinetto non ha nulla da invidiare alle acque oligominerali in bottiglia, bensì a loro discapito può vantare un valore aggiunto: l’economicità e la praticità oltre alla tutela dell’ambiente, garantendo risparmio alle famiglie, sicurezza e immediata disponibilità”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet