Le imprese lanciano il secondo Mob Day


Ore 10 di lunedì mattina. I rappresentanti di Lapam Federimpresa varcheranno all’unisono le porte dei 47 municipi del modenese per presentare ai sindaci il loro grido di dolore. In sei anni di crisi, in provincia, si sono perse 2310 imprese, con picchi nella Bassa terremotata e in Appennino. Ma i freddi numeri non fotografano la realtà, perché nei comparti più colpiti, manifatturiero e costruzioni, hanno chiuso aziende che davano occupazione e tanti addetti e hanno aperto piccole realtà spesso individuali. “La campana dell’ultimo giro”, lanciata da Lapam rappresenta il disperato tentativo di invertire la tendenza, cominciando da una delle tare storiche del nostro Paese, la troppa burocrazia, fatta di troppe regole diverse tra singoli comuni e di un’incertezza giuridica evidente.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet