Imprese innovative, il Mediterraneo ci guarda


BOLOGNA, 11 APR. 2012 – L’Emilia-Romagna fa scuola nel Mediterraneo, per lo meno nel sostegno alle nuove imprese innovative. Grazie al progetto europeo Med-Ked (Mediterranean Knowledge-based Entrepreneurship Development) coordinato dal consorzio Aster sta nascendo, infatti, una rete per favorire la nascita di imprese ad alto contenuto di conoscenza. Una rete che ha assunto tra i propri modelli di riferimento il sito EmiliaRomagnaStartUp (www.emiliaromagnastartup.it), che in appena 8 mesi ha raccolto già l’adesione di 134 realtà innovative della nostra regione.Med-Ked è un progetto di cooperazione transnazionale finanziato dal programma europeo Med per sostenere la competitività, la crescita e l’accesso al mondo del lavoro delle nuove generazioni attraverso lo sviluppo dell’alta imprenditorialità, basata su ricerca e innovazione. A fianco di Aster partecipano al progetto la Provincia di Milano, il Parco Tecnologico di Lubiana (Slovenia), la Fondazione Sophia Antipolis (Francia) e Barcelona Activa (Spagna).Nel summit che si è svolto a Sophia Antipolis nei giorni scorsi è stato lanciato su LinkedIn il network Med-Ked, per il sostegno all’imprenditoria innovativa.  Il progetto – che si concluderà nel 2013 – sta studiando il lancio di azioni pilota su alcune tematiche chiave, quali il sostegno all’internazionalizzazione e all’accesso a strumenti finanziari tipici per lo startup d’impresa. Sostenuto da Regione e Aster, EmiliaRomagnaStartUp, il portale dedicato alla creazione d’impresa innovativa costituisce un’esperienza unica nel suo genere in Italia e, in appena 8 mesi di vita, ha già raccolto l’adesione di ben 134 start up . EmiliaRomagnaStartUp offre l’accesso ai servizi di 34 diversi soggetti operanti in Emilia-Romagna a sostegno della creazione d’impresa –incubatori d’imprese, enti pubblici  e centri specializzati – e una mappa di orientamento che, in base alle diverse esigenze dell’utente, indirizza le start up verso il soggetto della rete più indicato a rispondere.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet