Imprese. Il salto in Cina è facilitato, grazie a Unicredit


BOLOGNA, 8 AGO. 2011 – UniCredit porta gli imprenditori dell’Emilia Romagna in Cina. Da oggi sono infatti aperte le iscrizioni per “Destinazione Cina”, l’iniziativa dell’istituto bancario volta a incentivare e sostenere l’internazionalizzazione delle imprese italiane verso la Cina.Un giro di affari che, a fine 2010, supera 1 miliardo e 300 milioni di euro, in crescita rispetto alla fine del 2009 del 56,3%: i dati, relativi all’export delle imprese emiliano-romagnole verso la Cina, non lasciano spazio a dubbi circa l’importanza crescente del paese asiatico per le imprese del territorio.Se a ciò si aggiungono i numeri relativi alla imprese della regione operanti nei settori del Fashion & Luxury e Food & Beverage, è possibile notare come gli spazi di crescita siano enormi: le esportazioni a fine 2010 si sono attestate poco sopra gli 85 milioni di euro, costituendo appena l’1% delle esportazioni totali delle imprese dell’Emilia Romagna operanti in questi segmenti.Proprio per colmare questo gap è stata pensata “Destinazione Cina”, la nuova iniziativa promossa e organizzata da UniCredit per sostenere le imprese emiliano-romagnole che vogliono implementare o potenziare l’attività di export verso la Cina, un mercato ad alto potenziale con oltre 1 miliardo di consumatori e con importanti tassi di crescita. “Destinazione Cina” si svolgerà il prossimo 26 ottobre a Bologna presso Palazzo Magnani e sarà dedicata alle aziende appartenenti ai segmenti del Fashion & Luxury e del Food & Beverage. Fino al 20 settembre gli imprenditori interessati potranno iscriversi utilizzando la piattaforma online www.unicredit.it/progetti-territorio e compilando l’apposito “form di iscrizione” presente sul sito. Il punto di forza di “Destinazione Cina” sarà l’impostazione pratica e concreta, grazie alla quale gli imprenditori possono incontrare – in appositi Tavoli consulenziali e personalizzati – un team di esperti UniCredit e di consulenti di Accenture specializzati in “strategie di ingresso” nel mercato cinese. Sarà quindi possibile ricevere una consulenza a 360° sugli aspetti di natura economica, fiscale e legislativa del mercato cinese ed un supporto concreto all’individuazione della migliore strategia per internazionalizzarsi verso uno dei mercati più promettenti e con prospettive di crescita importanti. Gli imprenditori, inoltre, avranno anche l’opportunità di avviare un contatto operativo diretto, grazie alle strutture estere di UniCredit presente in Cina con 2 filiali proprie.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet