Imprese e Unicredit a “scuola” di Polonia


A ‘scuola’ di Polonia. Protagonisti, 95 imprenditori dell’area di Bologna e provincia, di Ferrara, di Modena e di Ravenna, coinvolti da ‘Forum Polonia’ incontro organizzato da UniCredit in collaborazione con Unindustria Bologna per scoprire le possibilità di investire nel Paese dell’Est Europa. Nel corso del forum, gli imprenditori emiliani hanno potuto soffermarsi sullo scenario politico ed istituzionale polacco; sul supporto che UniCredit è in grado di fornire alle imprese italiane che vogliono investire in Polonia; sull’export italiano con una attenzione particolare all’inserimento commerciale nella filiera dell’edilizia, nell’industria meccanica e nell’agroalimentare; sul sistema legale e tributario polacco e sul percorso di affiancamento alle imprese interessate al mercato polacco.

”Il business relativo all’export dell’Emilia-Romagna con quest’area – si legge in una nota congiunta di Unicredit e Unindustria – nel 2012, è stato di oltre 54 miliardi e 700 mila euro: Bologna, in particolare, ha avuto un giro d’affari per export che supera i 7 miliardi di euro, seguita da Modena con un risultato che sfiora i 6 miliardi e 400 milioni di euro; Ravenna, oltre 2 miliardi e 900 milioni e Ferrara, con circa 1 miliardo e 600 milioni di euro” In Polonia UniCredit dispone della rete e dei servizi di Bank Pekao, istituto che fa parte del gruppo italiano. Bank Pekao, con 1.001 filiali, oltre 18.200 dipendenti ed una quota mercato dell’11%, è uno dei principali istituti di credito in Polonia ed oltre ai prodotti bancari di stampo tradizionale, fornisce servizi e soluzioni a 360°, quali intermediazioni, leasing, asset management e factoring”

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet