Imprese e Cern, incontro per collaborare


Un ponte tra Bologna e Ginevra. Il Cern, il principale laboratorio mondiale di fisica delle particelle, si presenta per la prima volta alle imprese bolognesi per illustrare le opportunità di collaborazione. In mattinata, si è tenuto un incontro organizzato da Unindustria Bologna con la rappresentanza permanente d’Italia presso le Nazioni Unite a Ginevra, cui hanno partecipato circa 50 aziende selezionate per specializzazione. Ogni anno – si legge in una nota di Unindustria Bologna – il Cern assegna forniture industriali per diverse decine di milioni di euro alle imprese degli Stati membri (nel 2012 all’Italia sono stati erogati circa 30 milioni di euro), selezionandole attraverso l’Albo dei fornitori accreditati: ad oggi sono circa 1.500 le imprese italiane che fanno parte dell’albo di cui 128 con sede in Emilia-Romagna, e 30 nella provincia di Bologna. ”Il tessuto produttivo bolognese – osserva nella nota il presidente di Unindustria Bologna, Alberto Vacchi – ha tutte le carte per giocare questa partita. Come associazione abbiamo voluto fortemente questo incontro perché crediamo sia arrivato il momento che le nostre imprese, altamente tecnologiche e specializzate, avviino un percorso di accreditamento nell’Albo dei fornitori. Riuscire a consolidare partnership con il principale laboratorio mondiale di fisica delle particelle – chiosa Vacchi – per le nostre imprese rappresenta non soltanto un’opportunità dal punto di vista economico, ma anche un’importante occasione di crescita perché significa migliorare ulteriormente il proprio metodo di lavoro all’insegna dei più alti standard”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet