Imprese, dalla Bei aiuto al credito


Difficoltà di accesso ai finanziamenti e credit crunch sono tra le problematiche più spinose che si sono trovate ad affrontare le imprese negli anni della crisi economica. Non riuscire ad investire significa perdere competitività sui mercati. E anche per invertire questo circolo da vizioso a virtuoso, è in arrivo un fondo da 130 milioni di euro per garantire risorse alle imprese emiliano-romagnole. E’ possibile grazie ai contratti stretti dalla Bei, la Banca Europea di Investimenti, con UniCredit per un plafond di 70 milioni e Mediocredito Italiano, banca del gruppo Intesa Sanpaolo, per ulteriori 60 milioni. La finestra dei finanziamenti concessi andrà da 10.000 euro a un milione di euro. Il tasso che potranno ottenere le piccole e medie imprese beneficiarie di questo contributo potrà variare tra il 3% ed il 6,5% circa. Sostenere le Pmi è una delle linee definite dalla Commissione Europea. Le risorse potranno finanziare investimenti vari: dalla costruzione, all’ampliamento e/o ammodernamento del laboratorio, le spese per i lavori ed impianti finalizzati alla tutela e alla sicurezza degli ambienti di lavoro, all’energia alternativa, al risparmio ed efficienza energetica. Potranno essere finanziate, inoltre, l’acquisto di macchine ed attrezzature, di software, le spese per iniziative di commercializzazione all’estero, progetti di ricerca ed innovazione.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet