Imprese Bologna, meno chiusure ma meno aperture


Fra luglio e settembre hanno aperto 1.051 attività, il numero minore negli ultimi dieci anni. Le nuove iscritte sono l’1,1% del totale complessivo delle imprese, la percentuale più bassa degli ultimi vent’anni. Rallentano anche le chiusure, 809, nel terzo trimestre, il numero più basso nello stesso periodo dal 2008. Il risultato è 118.730 attività registrate complessivamente alla Camera di commercio di Bologna al 30 settembre 2017, insieme composto da 95.993 sedi di impresa e da 22.737 unità locali. Dall’inizio del 2017 hanno aperto complessivamente 4.263 attività a fronte di 4.019 cessazioni.
Aumentano di numero con una velocità triplicata rispetto alle altre forme di impresa: sono più di 27.000, il 28% delle imprese bolognesi. Rispetto l’inizio dell’anno sono 747 in più.
Numericamente sono la maggior parte delle nuove attività, ma rappresentano anche il 70% delle imprese che non riescono a reggere. Da gennaio il saldo negativo è di -364.
Sempre meno aziende nell’industria, nelle costruzioni, in agricoltura e nel commercio
Rispetto a gennaio sono diminuite le imprese della manifattura (-102), quelle edili (-131), del commercio (-126).
Dall’inizio dell’anno le attività di alloggio e ristorazione sono 117 in più, si tratta del settore che ha la crescita numerica maggiore. Seguono le attività professionali, +106.
Sono 2.404 le imprese bolognesi specializzate nell’offerta di servizi innovativi digitali. Il loro numero è in leggera crescita da gennaio, +45.
9 su dieci sono gestite da persone con più di 35 anni. Occupano mediamente fra le 4 e le 5 persone.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet